Torta capovolta e caramellosa d'arancia

2 febbraio 2010 martedì

Ho detto più volte che le torte "genere capovolto" sono le mie preferite. Le adoro, mi piace l'insieme frutta-impasto-caramello e devo dire che pur cambiando il tipo di frutta e il genere d'impasto il risultato è sempre golosissimo. Come rinunciare a tali godimenti per il palato? Giusto ieri sera mi sono ritrovata a leggere un libro in cui tristemente veniva accusato lo zucchero come motivo di ogni male...ci credo, lo so, è così, lo zucchero fa male, non fa bene proprio a niente e il burro pure non è amico della salute e della dieta, ma come si può pensare di rinunciare a tali piaceri? Per quanto mi riguarda è impossibile e solo il pensiero mi intristisce. Credo che il segreto sia come sempre il buon senso, il sapersi concedere quella coccola, quel momento di piacere calibrato con il resto dell'alimentazione...non saranno due innocui dolcetti il veleno più temibile, non sarà una torta caramellosa a farci del male! No, no di certo...e poi qui c'è pure la frutta che fa bene!!! Dai che ci siamo convinte!!!
Ingredienti
per l'impasto
100g di zucchero
65g di burro
2 uova
180g di farina
75ml di panna
1 cucchiaino di lievito
1 arancia
per il caramello
150g di zucchero
60g di burro
Per il caramello sciogliere il burro con lo zucchero in un pentolino a fuoco dolce fino a farlo diventare di colore bruno. Versarlo in una tortiera rivestita di carta forno e distribuirlo in modo uniforme sul fondo. Pelare l'arancia al vivo, cioè con un coltellino togliere la buccia e la pellicina bianca. Affettarla sottilmente e distribuire le fette sopra il caramello. Preparare l'impasto lavorando a crema il burro con lo zucchero, aggiungere le uova alternate alla farina con il lievito, infine aggiungere la panna.
Versare l'impasto sulle fette d'arancia e infornare a 170° per circa 40 minuti. Sfornare, capovolgere la torta e togliere delicatamente la carta.
In tante mi chiedete dei quadretti con posate in rilievo. Chi fosse interessata può mandarmi una mail per i dettagli, all'occorrenza posso procurarli e spedirveli.


32 commenti:

manuela e silvia ha detto...

Son davvero molto belle queste capovolte! la decorazione inaspettata in superficie, e una base morbida e dolce!
buonissima questa caramellata!
bravissima!
baci baci

fantasie ha detto...

Mi hai proprio convinta... me ne concedo solo una fett...-ina ... -a... -ona e basta!

Alessio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Magnolia Wedding Planner ha detto...

eh sì ma figurati chi sta dietro alle calorie e alle cose che fanno male..chissà come mai le cose buone sono tutte quante nella categoria "fanno male " :-D
meravigliosa questa torta da provare sicuramente
bacioni
Silvia
p.s.belle le posate in cornice belle belleeee

terry ha detto...

Piacciono anche a me le torte rovesciate...un pò "a sorpresa":)))
di solito mele o ananas...mi hai colpito con le arance! da provare!
brava!

lucia ha detto...

Ma sì, dai, una dieta equilibrata comprende anche le cose buone no? E poi gratificarsi con una coccola fa bene all'umore... Che bello! Da te è già primavera! (ogni giorno scruto il mio prato per vedere se i crochi che ho piantato danno segni di vita.. nulla per ora!)

Simo ha detto...

Ti è venuta davvero bene...io ho paura a sfornarla: le torte rovesciate non sono il mio forte, altrimenti l'avrei provata subito!
Molto bella anche l'ambientazione, con quei meravigliosi giacinti candidi e profumati...

marifra79 ha detto...

Ciao!Che buona dev'essere questa torta...mi hai proprio convinta!!!!!
UN ABBRACCIO

titti73 ha detto...

Gnam!...La divoro in un'istante! Alla faccia della dieta. Bravissima come sempre. Titti

fabrizia ha detto...

a me non c'era bisogno che mi convincessi!!..io verrei tutti i pomeriggi a fare merenda da te...baci!!!

Patricia ha detto...

Non ho una grande sperienza in torte rovesciate. Questa con le arancie e caramello mi piacerebbe molto provarla. Ma dimmi una cosa: quando la capovvolgi pian pianino si bagna il pan di spagna?
Adoro le tue posatine in cornice:))
Un abbracio
Patricia

Anonimo ha detto...

....fanno male le botte, le parole come pugni nello stomaco e l'indifferenza....rallegriamoci di poter mangiare una buona e bella fetta di torta, siamo fortunati e allora godiamocela questa fortuna! buona meranda a tutti! un abbraccio a te. annafragole

Franci [dolce casa] ha detto...

Un grazie a tutte voi di essere passate e di aver commentato. Le torte capovolte sono facilissime da fare e danno pure una gran soddisfazione. "Rovesciarle" è semplicissimo, soprattutto se c'è la carta come in questa.

patricia: quando la capovolgi scende pure tutto il suo sughetto che in parte bagna l'impasto...una delizia.

anna: le tue parole come sempre sono fonte di riflessione...quanto hai ragione...
Un abbraccio grande grande.

Anonimo ha detto...

...io sono insolita a quest'ora, come vedi ci chiamiamo, pochi minuti ci separano????...no dai! ci uniscono mi piace di più!...ci cerchiamo con il pensiero...un abbraccio grande alla mia grande Franci. annafragole

ABBI FIDUCIA NEL SIGNORE ha detto...

Ci faccio su un bel pensierino,adoro le tortealla frutta grazie Franci

Irene b ha detto...

...aspettavo com ansia la nuova ricetta.
Mi ci metto subito d'impegno!ma di quello splendido quadro sullo sfondo ne vogliamo parlare!?
p.s. la mia mamma mi ha insegnato: ciò che va non fa male!
grazie

Franci [dolce casa] ha detto...

In tante mi chiedete del quadro sul fondo: fa parte di una copia, l'altro ha il fondo rosa antico e le posate sono in rilievo.
Chi fosse interessata può mandarmi una mail fornirò dettagli e all'occorrenza posso procurarli e spedirli.
Ciao

Ballerina75 ha detto...

Franci, Patricia, siete adorabili. A me basta già venire a vedere queste chicche sui vostri blog per avere l'impressione di star meglio, sento quasi il gusto della frolla, della marmellata, dello zucchero. Per ora - non prendiamoci in giro... - di fare simili prelibatezze non se ne parla proprio: ho lì appesa al frigo con una calamita la ricetta del plum cake al limone e semi di papavero che pensavo proprio di riuscire a fare una sera.. Tutto nasceva dal fatto che sapevo di avere nell'armadio i semi di papavero che, non mi chiedete perchè, un giorno mi sono comprata al supermercato: mai usati.. un po' come certe paia di scarpe: peccato che farinaburrouova&zucchero mi mancassero quasi del tutto in cucina! Ahaah! che schiappa di cuoca!!! Allora sono andata al supermercato sotto casa, convinta che avrei cucinato tutta la sera dopo cena e invece? Invece nada, mi sono attaccata al mio mac, al telefono, al mio cane, tutto fuorchè preparare il plumcacke! desperate cook!! :))
E stasera farò la stessa fine, anzi mi toccherà pure lavorare, mannaggia.
Va bè, scusate lo sfogo, era per farmi anche un po' prendere in giro da voi.
Un besazo, a presto!

lareggiadeigatti ha detto...

bella, sa pure ancora piacevolmente d'inverno... e poi caramello ed arance... potrebbe essere, per il mio brunch del prossimo week end, l'amica della sontuosa american apple pie che ho preparato oggi, e che replicherò... grazie francy, sei come sempre d'ispirazione

Franci [dolce casa] ha detto...

ballerina: e dai che il plumcake può attendere!! Consolati che anch'io proprio l'altro giorno ho buttato una serie di sacchettini di semi di papavero, semi di sesamo, fiocchi d'avena, semi di lino...ho salvato del cardamomo mai usato e che probabilmente non userò e arrivato a scadenza farà la fine del resto del gruppo!
Un bacione

lareggiadeigatti: il tuo brunch sarà divino!!
Un abbraccio

il sapore del verde ha detto...

il tuo blog è in assoluto tra i miei preferiti, adoro ogni tua ricetta, sei incredibilmente brava, persino nel fotografare le tue proposte... Grazie per ogni momento di tua lettura che rendi possibile e per condividere il tuo talento!... E in quanto a quello, la torta di questo post ne è un validissimo esempio... sembra goduriosa soltanto a vederla... le arance poi, il caramello... Ho l'acquolina in bocca. Questa la provo (e ti farò sapere!). mi piacerebbe se passassi da me, il tuo parere "autorevole" mi sarebbe d'ispirazione!...Bè, grazie. Un saluto. Deborah

Alessia ha detto...

E' stato un piacere rileggerti! :) Devo convertirmi anche io alle torte capovolte, confesso di essere una neofita a riguardo! Anche io sono rimasta colpita da quel favoloso quadretto, non posso non contattarti approfittando della tua squisita gentilezza :)

ilcucchiaiodoro ha detto...

Si è varo le torte con la frutta capovolte sono davvero deliziose! Questa poi mi sembra molto golosa! Belle le posate nel quadro!

FEDERICA ha detto...

Ciao Franci, grazie mille per essere passata a trovarmi e per le tue parole sempre carinissime.
Questa torta sembra deliziosa e che belli quei bulbi. Adoro quel piccolo quadretto!
Domani sperimentero' una torta anche io..speriamo venga bene :-)
Buon weekend,
Federica.

Gaia ha detto...

La tarte tatin è una delle mie preferite! Facile da fare e poi se capovolgendola si rompe nessuno se ne accorge...

Franci [dolce casa] ha detto...

deborah: sei adorabilmente gentile! Ritorno da te con calma appena ho un attimo.
Grazie di cuore.

alessia: ciao cara, DEVI assolutamente provare il divertimento e la goduria per il palato di una tortina capovolta!

cucchiaiodoro: sì davvero buona.
Grazie, ciao ciao.

federica: sono curiosa di sapere com'è andato l'esperimento torta!
Ciao

gaia: adoro la tarte tatin è anche la mia preferita!
Ciao

Cristina ha detto...

Bellissima l'ambientazione delle tue ricette,quale location migliore per piatti appetitosi come quelli fotografati qui?Ma ecco,io ho provato questa ricetta che mi era sembrata facile ed ho avuto un problema MOSTRUOSO con il caramello:é diventato una "mappazza" durissima e non ne ha proprio voluto sapere di stendersi uniformemente sul fondo della teglia. Per cui ti chiedo:sei sicura di averlo fatto con il burro e non con l'acqua e magari hai scritto burro per errore? L'altro dubbio sono i 75 ml di panna,non sono pochi?Insomma,non so,magari sono io che preferisco cucinare pietanze salate e non ho l'occhio per quelle dolci ma forse c'é un problema nelle dosi,comunque ho messo in forno,vedremo cosa esce fuori!

Franci [dolce casa] ha detto...

Cristina: mi dispiace che il caramello sia diventato una massa inutilizzabile. Per fare il mio io ho fatto esattamente così: ho messo il burro e lo zucchero in un pentolino a fiamma dolce, il burro si è sciolto, ogni tanto ho mescolato, c'è voluto un po' di tempo, circa 7/8 minuti e il composto ha iniziato a colorirsi, a diventare color caramello, ma opaco, l'ho tolto dal fuoco e immediatamente versato nella tortiera, poi ho aggiunto le fette d'arancia, nel frattempo ho fatto l'impasto con la dose di panna che ho detto che è ok in quanto già c'è del burro... Tutto qui...spero che la tua torta alla fine non sia venuta così male!!! Fammi sapere.
Ciao ciao

Cristina ha detto...

Mah,ti diro',viste le premesse mi aspettavo di peggio ed invece...caramello a parte,perché li ho avuto un serio problema anche se ho fatto tutto per benino,esattamente come hai detto tu.All'inizio va tutto bene,ma quando comincia a sciogliersi e ad assumere quel bel colore marroncino,il burro (fino a quel momento un tutt'uno con lo zucchero)ha avuto la brillante idea di "dissociarsi" dallo zucchero (che nel frattempo diventava la mappazza di cui sopra)e non c'é stato verso di riunificare il tutto. Ho provato a spalmare ma il "coso" si attaccava tenacemente al cucchiaio e non mi é restato altro da fare che aspettare che il tutto raggiungesse temperature accettabili per poi spezzettarlo sul fondo della teglia.Ho aggiunto quindi le arance,io ne ho messe due ma le mie erano piccole e poi é un frutto che amo molto,quindi abbondo,pensando che in ogni modo con la cottura nel forno lo strato di "caramello" (chiamiamolo cosi per convenienza)si sarebbe ripartito in modo omogeneo. Neanche per sogno:c'era un lato bello zuccheroso ed un altro decisamente orfano del composto di cui sopra ma vabbé,non voglio intasarti i commenti con il resoconto dettagliato del mio esperimento.L'abbinamento caramello/arancio é ottimo ed é sicuro che riprovero' a rifarla quanto prima,il sughetto che cola é bagna la torta é una vera delizia!

lareggiadeigatti ha detto...

ho avuto il medesimo problema di cristina, col caramello... totale dissociazione tra zuccheri e grassi. dato che anche a me è piaciuta questa versione della tatin classica, riproverò, facendo cmq il caramello in maniera differente. ottimi i profumi... e anche qui, come la mia collega di commenti, incrementerò le arance. non ne potrà che trarre giovamento il tutto, che dite? è o non è... il frutto della salute?
un affettuoso saluto,
lisa

Franci [dolce casa] ha detto...

Ragazze, l'ho rifatta oggi con le mele per riprovare a fare ste caramello: sul finale anche il mio si è dissociato, l'ho versato velocemente, l'ho distribuito velocemente nella tortiera e subito ho aggiunto le fette di mele cercando anche con quelle di trascinarlo in modo da renderlo presente su tutto il fondo. La cottura è andata ok, ma probabilmente essendo le mele meno succose non si è fatto il sughetto e in alcuni punti il caramello è rimasto solido! Qui c'è da fare uno studio serio...forse aggiungere il burro alla fine quando lo zucchero è già caramello? oppure mettere un po' di acquetta sulla frutta? Mah! Si accettano consigli!

Cristina ha detto...

Ma se rimaniamo tranquille e ci limitiamo al classico 150 gr.di zucchero e 4 cucchiai di acqua? Ci evitiamo anche il burro...qui la prova bikini si avvicina ed io continuo a far finta di non saperlo!

Related Posts with Thumbnails